Sul nostro sito utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza utente. Continuando la navigazione, acconsenti al loro utilizzo.

Come migliorare la propria linea adsl

Migliorare la propria linea adsl

Oggi vi voglio parlare di come si potrebbe migliorare la propria linea adsl, che come sappiamo in Italia è abbastanza scarsa. Molti archiviano il discorso dicendo semplicemente, dipende dalla tua connessione, dalla distanza della centrale, dallo stato dei cavi ecc. tutte cose corrette, ma ci sono anche altri parametri da valutare come ad esempio il chip che monta la centrale (infineon, broadcom, mediatek, ecc.) e le migliori combinazioni con i chip del modem, dallo stato di saturazione della centrale, dalla presenza dei filtri adsl, dallo stato dei cavi all’interno di casa e dalla presenza o meno delle vecchie prese tripolari*. Sono tutte supposizioni esatte, ma dobbiamo tenere conto anche dei valori di snr e attenuazione della nostra linea. Iniziamo dall’analizzare i valori snr e attenuazione della nostra linea. Di seguito abbiamo uno schema che ci spiega se i nostri valori sono buoni o pessimo:
SNR su ADSL “classica” fino a 8 Mbps in download:
fino a 6 dB: segnale assente/intermittente
7 - 10 dB: pessima qualità, difficile avere una connessione stabile
11 - 15 dB: segnale sul livello di soglia, controllare impianto telefonico e filtri
16 - 20 dB: segnale pulito, nessuna anomalia
20 - 28 dB: segnale ottimo
oltre 28 dB: eccellente, siete molto vicini alla centrale

SNR su ADSL2+ (fino a 24 Mbps in download):
fino a 4 db: segnale assente o intermittente
5 - 7 dB: valore nella norma
8 - 11 dB: valore molto buono
12 - 14 dB: segnale ottimo
oltre 15 dB: segnale eccellente, siete molto vicini alla centrale

Attenuazione su ADSL “classica”: fino a 8 Mbps in download:
fino a 20 dB: perfetto, non si può ottenere di meglio
20 - 30 dB: eccellente
30 - 40 dB: molto buono
40 - 50 dB: buono/discreto
50 - 60 dB: appena sufficiente, si possono verificare disconnessioni
oltre 60 dB: pessimo, disconnessioni frequenti.

Attenuazione su ADSL2+ (fino a 24 Mbps in download):
fino a 10 dB: perfetto, non si può ottenere di meglio
20 - 30 dB: buono
30 - 40 dB: discreto
40 - 55 dB: scarso
oltre 55 dB: pessimo, disconnessioni frequenti.
Già da questi valori possiamo capire se i futuri interventi saranno efficaci o meno.
Ora che abbiamo esteso i possibili problemi iniziamo con il capire quale sia il chip che monta la nostra centrale. Per capire quale chip monta la nostra centrale dobbiamo andare su questo link http://www.ovus.it/verifica_copertura_ehiveco.php o quest’altro http://www.coperturaadsl.it/verifica_copertura.php dove dovremmo inserire il nostro numero di rete fissa. Una volta inserito conosceremo lo stato della nostra centrale e alla voce “Tecnologia” noteremo marche come Alcatel, Huawei, Siemens ecc. Grazie a questo siamo in grado di capire il tipo di chip che monta la nostra centrale e trovare la miglior combinazione con il chip del nostro modem:
• Alcatel, Siemens: il più stabile è il chip broadcom, quindi dovremmo comprare un modem con questo chip, ma a seconda della distanza dalla centrale (entro 1 km massimo) anche un chip mediatek va benissimo;
• Huawei: il migliore chip che possiamo utilizzare con la tecnologia Huawei è il chip infineon (o Lantiq, che ne rappresentano l’evoluzione), anche in questo caso il chip mediatek è ottimo a seconda della distanza (sempre entro 1 km) o anche il chip broadcom se siamo lontani.
Da quanto vediamo sembra che il chip “prediletto” sia il broadcom, questo perché è quello che mantiene la miglior stabilità qualsiasi sia il chip presente in centrale e anche quello più “aggressivo” perché agganciamo mediamente 1 Mb in più in downalod rispetto agli altri chip. Anche il mediatek fa da “jolly” entro una determinata distanza, perché è un ottimo chip con cui possiamo utilizzare dei tweak (a seconda della marca del modem) che permetto di alzare o abbassare il rumore, snr, sulla linea adsl.
Adesso passiamo al prossimo passo per ottimizzare la propria adsl, i filtri adsl. Questi filtri non sono altro che apparecchiature che separano la linea telefonica dal segnale adsl. Se messi con criterio sono anche efficaci, anche se tecnicamente andrebbero cambiati in un lasso di tempo di 3 o 4 anni. I filtri adsl devono essere messi solamente dove sono presenti i telefoni di casa, il modem non necessita di filtro perché al suo interno ne è presente già uno. Il filtro è necessario là dove abbiamo telefono e modem sulla stessa presa telefonica. Oltre ai filtri adsl esistono delle apparecchiature chiamate splitter che separano a monte (ovvero da dove entrano i cavi telecom e partono le diramazioni per tutta casa) i due segnali. Questo ci permette di eliminare tutti i filtri presenti dentro casa, eliminando possibili problemi con troppi filtri installati. Infatti lo splitter presenta, in media, un’entrata e 3 uscite: una per la linea (con entrambi i segnali), una per il collegamento adsl e una solo per le chiamate. Questo ci permette di avere un solo dispositivo che permette la perfetta gestione dei segnali, telefonico e adsl, senza che questi interferiscano tra di loro. Infatti dovremmo collegare sull’uscita adsl il cavo che arriva al modem, mentre sull’uscita telefonica tutti i cavi che arrivano ai telefoni di casa. Con uno splitter potremmo anche ottenere una diminuzione del valore dell’attenuazione di linea di circa 1 db.
Adesso passiamo ai cavi che abbiamo dentro casa. Cambiare i cavi telefonici dentro casa, se la casa ha diversi anni alle spalle, potrebbe risolvere problemi di interferenze o anche disconnessioni. La spesa da affrontare è contenuta in un massimo di 20€ a seconda di quanti metri di cavo abbiamo bisogno. Il cavo che dovremmo comprare sarà un cavo con guaina esterna che protegge i due (o quattro) conduttori, ancora meglio se all’interno della guaina troviamo un foglio di alluminio per schermare i cavi. Ricordiamoci di collegare i cavi con gli stessi colori, bianco con bianco, e rosso con rosso. Di seguito vi riporto un’immagine per capire meglio:



I due punti corrispondono alla presenza di uno splitter a monte dell’impianto telefonico con prese rj11.
Ora siamo arrivati alla fine e vi consiglierò alcuni ottimi modem.
Per quanto riguarda i modem con chip broadcom possiamo optare per:
• Tp link: https://www.amazon.it/dp/B00PVY4JNE per una spesa di 41€, se vogliamo salire di prezzo possiamo optare per tutti i modelli successivi;
• Netgear: https://www.amazon.it/dp/B002ZRUENO per una spesa di 30€, se vogliamo spendere più soldi per ottenere il massimo optiamo per il https://www.amazon.it/Netgear-D7000-100PES-Nighthawk-Processore-Interferenze/dp/B00ZUDFA8E/ref=sr_1_1?s=pc&ie=UTF8&qid=1473417444&sr=1-1&keywords=netgear+d7000 per la modica cifra di 180€
• Asus: https://www.amazon.it/Asus-RT-N12-D1-Universal-Staccabili/dp/B00B036U3M/ref=sr_1_1?s=pc&ie=UTF8&qid=1473417623&sr=1-1&keywords=asus+rt+n12 per una spesa di 30€
Per i modem con chip mediatek/ralink i migliori sono gli Asus:
• https://www.amazon.it/Asus-DSL-N55U-Wireless-N600-Gigabit-Router/dp/B006FSLNOS/ref=sr_1_1?s=pc&ie=UTF8&qid=1473417791&sr=1-1&keywords=asus+dsl+n55u per una spesa tra gli 80€ e 90€
Il miglior modem con chip lantiq (infineon) è quello prodotto dalla famosa casa tedesca AVM, con i suoi fritz box:
• https://www.amazon.it/AVM-International-Wireless-Software-Istruzioni/dp/B00Q2HYVJG/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1473417918&sr=8-1&keywords=fritz+box+3490 per una spesa di 137€

Se abbiamo la fortuna di essere raggiunti dalla fibra ottica (centrale, armadio o direttamente a casa) il miglior modem che ci permette di utilizzare anche il voip per le chiamate è il fritz box 7490 https://www.amazon.it/AVM-7490-Router-Wireless-Gigabit/dp/B00H3IC3FC/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1473418008&sr=8-1&keywords=fritz+box+7490 un modem eccellente sotto ogni punto di vista.
Per quanto riguarda l’acquisto dello splitter vi mando al link dell’enerdom savp120, compatibile anche con le connessioni vdsl, lo trovate al link http://www.enerdom.com/it/splitters-adsl2-vdsl2-/16-savp120-splitter-adsl2-vdsl2-pots-16khz-zc1-complessa-impedenza-.html

*Se a casa abbiamo ancora le prese tripolari e volete cambiarle vi basterà mettere le comunissime rj11 e collegare i cavi come detto sopra.

La guida si conclude qui (momentaneamente) se trovate alcune congruenze con le vostre conoscenze siete liberi di farmelo presente e provvederò a correggere l’errore.
Vi auguro buon game a tutti dal vostro scare19.